Se dovessimo descrivere le son du Sénégal, il ritmo del Senegal, ci basterebbe un’unica parola: Mbalax.
Un ritmo tanto moderno da attirare l’attenzione di noi occidentali, quanto tradizionale da offrire una panoramica sulla fervida e rigogliosa cultura dell’Africa occidentale.
Voci inusuali che intonano parole nella lingua dei Wolof, beat di batteria etnica qua e là, e chitarre elettriche che richiamano i ritmi tradizionali del Sabar. Una musica popolare ammaliante, tanto psichedelica da spingerti ad improvvisare una valigia e partire alla volta del Senegal.

 

 

Griot: i menestrelli del Senegal

 

Pensavo: è bello che dove finiscono le mie dita debba in qualche modo incominciare una chitarra.” recitava il menestrello De André.I Griot sono per il Senegal, quello che De André è per molte generazioni di italiani. Poeti, cantori, bardi che portano avanti la tradizione orale della loro terra. E il Sabar è per loro il prolungamento degli arti, così come la chitarra per De André. Una mano e una lunga bacchetta che si alternano tambureggianti su pelli di capra tese, a comunicare le vibranti note del Senegal.

 

 

Youssou N’Dour: tradizione e rivoluzione musicale

 

Uno dei principali esponenti del genere è senza dubbio Youssou N’Dour, il Michael Jackson del Senegal, che ha rivoluzionato il Mbalax in una commistione polistrumentale di tradizione – il tamburo parlante, il Djembe, il Sabar – e modernità – chitarre, bassi elettrici, tastiere – creando un mash-up di rock, pop, musica latina, reggae e tradizione orale africana.

 

 

Il tutto condito con mosse che mettono alla prova equilibrio e coordinazione. Troviamo il “Ventilatore” con i suoi movimenti rotatori dei glutei in maniera suggestiva; il “Cane”, in cui il ballerino alza la gamba imitando il cane che fa la pipì.

La vitalità della scena musicale locale – orgogliosa delle proprie sonorità e meno propensa all’importazione di musica estera, come il reggae – può essere percepita passeggiando tra gli stand dei tradizionali mercati, con i loro piccoli espositori di audio-cassette, attraverso i boom box che suonano le hit più attuali, e nelle voci dei ragazzi che, entusiasti, discutono delle loro band preferite di fronte ad un buon bicchiere di “café au lait”.

Happiness
is Giving

 

 

Idraulico

E... hop, un bel balzo in avanti! Non ti sei fermato un secondo e come puoi vedere la voglia di fare premia! Ma non finisce qui perciò riposati un attimo, posa gli attrezzi, fai un bel rifornimento di bulloni e chiavi inglesi e tieni gli occhi aperti, la manutenzione dell'impianto dipende da te! : D

Capo progetto

Sei incredibile! La costruzione di un acquedotto non ha più segreti per te, ne hai sviscerato ogni aspetto prendendo sagge decisioni con passione e spirito critico. Ma ricorda: ogni traguardo è il punto di partenza per qualcosa di ancora più grande, perciò non fermarti e continua a coltivare giorno per giorno il tuo sogno di cambiare il mondo. <3

Manovale

Chi ben comincia è a metà dell'opera! Perciò prendi pala, secchio e cazzuola e dacci dentro! Il traguardo è ancora lontano, ma con pazienza e determinazione arriverai in alto! ; )

Ragioniere

Il tuo zelo e la tua esperienza non passano certo inosservati! Adesso che conosci il progetto nei minimi dettagli sei pronto ad analizzarne i numeri. No no, non buttare il taccuino, quello ti serve ancora! Piuttosto ecco... tieni questa calcolatrice e fanne buon uso, contiamo su di te! : 3