Dalla regia ci informano che è la spezia più ricercata dagli chef stellati di tutto il mondo. E non per altro è diventato il primo prodotto africano a ricevere la certificazione IGP.

Un mistero dalle molteplici personalità

Molte sono le storie sulla scoperta del Pepe Penja: alcuni sostengono sia stato un contadino a scoprire casualmente la spezia, inciampandoci sopra mentre passeggiava per i boschi. Altri credono sia stato un colonialista francese a piantarlo per la prima volta nella sua piantagione di banane.

Ad oggi, sappiamo solo che è originario dell’omonima valle vulcanica dell’Africa centrale, precisamente nello stato del Camerun. E la sua fama si deve all’imprenditore francese Erwan de Kerros, che, nel 1992, trovandosi in una fattoria camerunense, assaggiò il Penja e rimase inebriato dal suo sapore così diverso ma così definito allo stesso tempo.

Creatività e colori in cucina

Il Penja viene raccolto a scadenze differenti, e per questo la palette di odori e sapori che lo caratterizzano è molto variabile. Il Penja verde, raccolto prima della maturazione effettiva, rilascia un sapore fresco, con sentori di limone. Quello Nero, raccolto prima della maturazione e successivamente essiccato naturalmente, ha invece un sapore più corposo. E poi c’è il Bianco, raccolto a maturità ottimale, e successivamente lavato e liberato dalla sua polpa. Rivela tutti i suoi odori, dal brillante al muschiato, fino a quel sentore di caldo africano che ti lascia nel retro palato. Quest’ultimo è la variante del pepe più pregiata, che accompagna spesso primi piatti, come tagliatelle al tartufo.

 

Custodi della tradizione

La particolarità di questa spezia è che la sua raccolta e lavorazione avviene esclusivamente a mano, in tutti le fasi: raccolta, lavaggio, essiccazione e rimozione della polpa.

Le donne in queste fasi sono cruciali, in quanto detentrici della tradizione e del sapere culinario della valle di Penja.

Happiness
is Giving

Viaggio intercontinentale in corso...
Ti stiamo collegando con la tua famiglia lontana!

Idraulico

E... hop, un bel balzo in avanti! Non ti sei fermato un secondo e come puoi vedere la voglia di fare premia! Ma non finisce qui perciò riposati un attimo, posa gli attrezzi, fai un bel rifornimento di bulloni e chiavi inglesi e tieni gli occhi aperti, la manutenzione dell'impianto dipende da te! : D

Capo progetto

Sei incredibile! La costruzione di un acquedotto non ha più segreti per te, ne hai sviscerato ogni aspetto prendendo sagge decisioni con passione e spirito critico. Ma ricorda: ogni traguardo è il punto di partenza per qualcosa di ancora più grande, perciò non fermarti e continua a coltivare giorno per giorno il tuo sogno di cambiare il mondo. <3

Manovale

Chi ben comincia è a metà dell'opera! Perciò prendi pala, secchio e cazzuola e dacci dentro! Il traguardo è ancora lontano, ma con pazienza e determinazione arriverai in alto! ; )

Ragioniere

Il tuo zelo e la tua esperienza non passano certo inosservati! Adesso che conosci il progetto nei minimi dettagli sei pronto ad analizzarne i numeri. No no, non buttare il taccuino, quello ti serve ancora! Piuttosto ecco... tieni questa calcolatrice e fanne buon uso, contiamo su di te! : 3